Pulizia viso

Ultrasuono

Cos’è: Trattamento per uomo e donna finalizzato a rimuovere l’impurità del viso più profonde ed infiammate, con l’utilizzo supplementare dell’ultrasuono per stimolare il turnover cellulare.

Come funziona: Viene effettuata l’importante detersione e poi applicato un peeling enzimatico. Questo massaggiato su tutte le zone libera e pulisce lo strato superficiale che ci permette di dilatare il poro e liberarlo dalla sua occlusione con una premitura modo delicata.

Zone trattate: viso, spalle, dorso e torace.

Consigliato a:

Persone con cicatrici da acne e varicella pelle ruvida, inspessita,ipotonica, ingrigita,disidrata e pelle lucida. L’unione dell’ultrasuono e della premitura manuale rende la pulizia più completa e profonda, insieme un’efficacia tonificazione al viso.

Risultato:l viso a fine trattamento risulterà idratato,ossigenato, roseo,pulito dalla maggior parte delle zone occluse, illuminato senza rossori ma anche il tono della pelle diventerà più uniforme ,aiuta a ridurre i pori dilatati e  anche a diluire il sebo della pelle grassa. Il viso a fine trattamento risulterà “di porcellana”e senza rossori. Per mantenere la pelle ossigenata consigliamo di proseguire con una corretta detersione e idratazione.

Cause: sbagliata detersione, prodotti aggressivi,troppa esfoliazioni ,alimentazione, età,disidratazione,esposizione al sole, eccessivo trucco,batteri, seborrea, batteri, cause ereditarie, influenze ormonali, ostruzione da sporco o da inquinamento,menopausa e pillola contraccettiva

Turnover cellulare

È la capacità della pelle di rigenerarsi continuamente

Domande più comuni:

  • Usare l’ultrasuono sul viso ha delle controindicazioni?

    Gli ultrasuoni non presentano particolari controindicazioni né pericolosi effetti collaterali, ma è necessario, come per tutte le tecnologie ,di affidarsi a personale qualificato e professionale prima di farsi effettuare un trattamento di qualsiasi tipo.

  • Il trattamento fa male?

    Il trattamento nel suo complesso è rilassante, nel momento della premitura il “fastidio” deriva dalla soglia del dolore della persona, ma si considera di breve tempo grazie all’aiuto della tecnologia utilizzata che ha ammorbidito l’occlusione.

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *